Cosè la Gonadotropina Corionica e perché eseguire il test

Cosè la Gonadotropina Corionica e perché eseguire il test

Споделяне:

Cosè la Gonadotropina Corionica e perché eseguire il test

Il test di gravidanza effettuato su un campione di sangue è più sensibile e può dare un risultato attendibile qualche giorno prima rispetto a quello sulle urine. Si fa su indicazione medica per conferma oppure quando c’è un dubbio diagnostico, per esempio quando il test sulle urine risulta positivo, ma la gravidanza non è visibile all’esame ecografico. Per questa ragione il test di gravidanza delle urine “fai-da-te” e quello di laboratorio che si effettua su un campione di sangue impiegano un reagente che riconosce in modo specifico la subunità beta della hCG. Come suggerisce lo stesso termine, la gonadotropina corionica umana è una glicoproteina ad attività ormonale che appartiene alla famiglia delle gonadotropine. Inoltre i dosaggi di riferimento di alfa-fetoproteina e quindi l’interpretazione dei risultati del test devono considerare l’etnia della madre, il peso della madre e la settimana di gravidanza.

  • Hanno strutture parzialmente simili, possono essere utilizzate gonadotropine umane FSH,LH o HCG,  da sole o in combinazione con altre molecole.
  • “Quando c’è un sospetto in tal senso, la si ricerca nel sangue come marcatore tumorale, utile soprattutto nel rilievo delle recidive della patologia tumorale a seguito dei diversi interventi terapeutici”, spiega l’endocrinologo.
  • Per questo e per gli altri motivi elencati, i risultati dubbi devono essere sempre verificati con altri metodi diagnostici.
  • Il test di gravidanza ad uso domestico fornisce una risposta qualitativa (ossia evidenzia se la donna è incinta oppure no), cioè permette di ottenere un’indicazione circa l’avvenuto concepimento, che poi andrà confermata con l’analisi del sangue eseguita in laboratorio.
  • A concentrazioni basse di Fsh e Lh è, al contrario, associata la disfunzione ovarica secondaria.

Malattia trofoblastica gestazionale e tumori del trofoblasto

Nel caso di FSH e LH, sono generate nella ghiandola pituitaria in risposta all’ormone di rilascio delle gonadotropine (GnRH). Quest’altro ormone viene prodotto nell’ipotalamo in modo tale da stabilire un asse di regolazione ormonale noto come asse ipotalamo-ipofisi-gonadi. L’esame qualitativo può essere effettuato in laboratorio o a casa con test di gravidanza per uso domestico, acquistabile in farmacia.

Beta HCG: valori, tabella, gemelli e andamento

È degno di nota il fatto che vengano utilizzate nei test ;commerciali; molte diverse combinazioni di anticorpi.Ciò si traduce in dei risultati eterogenei, con differenze fino a 50 volte nei risultati del dosaggio immunologico. Questo fatto è clinicamente rilevante, in particolare quando si confrontano i risultati di diversi laboratori in diverse strutture/ospedali, e quando si prendono in esame i valori dopo l’interruzione della gravidanza o la malattia trofoblastica. Un test effettuato troppo precocemente potrebbe dare luogo a risultati falsamente negativi, quando la concentrazione di HCG non ha raggiunto livelli rilevabili. Per tale ragione, anche in questo caso e, soprattutto, nell’eventualità ci sia il forte sospetto di una gravidanza, è utile ripetere l’esame a distanza di alcuni giorni dal precedente test. Per quanto riguarda il test condotto su un campione di sangue, non è necessaria una preparazione specifica prima del prelievo.

Altre Indicazioni per il Dosaggio della Beta hCG

Il concepimento avviene quando gli spermatozoi, risalendo l’utero, raggiungono la cellula uovo matura, rilasciata dall’ovaio durante l’ovulazione e disponibile per la fecondazione. Una volta iniziata la secrezione, la concentrazione della steroidi prezzo corionica umana raddoppia ogni due giorni e presenta un picco giorni dopo la fecondazione, quindi diminuisce per rimanere stabile per il resto della gestazione. Ciò significa che potrebbe essere eseguita la rilevazione della beta HCG ancor prima della data orientativa in cui la donna aspetta le mestruazioni. Il trofoblasto è una struttura presente sin dall’inizio dello sviluppo embrionale, che circonda la blastocisti (cioè il futuro embrione). A tal proposito, occorre ricordare che sin dai primi giorni di gravidanza l’uovo fecondato va incontro ad un rapido processo di moltiplicazione cellulare, passando dallo stadio di morula a quello, appunto, di blastocisti. La sigla HCG che viene utilizzata per indicare la gonadotropina corionica umana deriva dall’inglese “Human Chorionic Gonadotropin” e, talvolta, viene utilizzato il sinonimo coriogonadotropina umana.

“Per esempio per indurre l’ovulazione nel trattamento dell’infertilità o per correggere livelli ridotti di testosterone in pazienti con alterazioni della funzione dell’ipofisi”, conclude Pontecorvi. “Esistono delle tabelle di riferimento dei valori della concentrazione dell’hCG in funzione della settimana di gravidanza. Diversi laboratori possono adottare valori di riferimento differenti a seconda del tipo di reagente che utilizzano per la misurazione. Quel che conta non è soltanto il valore assoluto della concentrazione di hCG ma anche il suo progressivo aumento nel tempo. Un arresto della progressione attesa di hCG o una successiva discesa possono indicare un’interruzione spontanea della gravidanza.

Share this post

Вашият коментар

Вашият имейл адрес няма да бъде публикуван. Задължителните полета са отбелязани с *

five × 3 =


Call Now Button